quarta-feira, 18 de agosto de 2010

I nuovi milionari vengono dal Brasile

Por Rosaria Amato, do jornal italiano La Repubblica

(http://amato.blogautore.repubblica.it/2010/08/18/i-nuovi-milionari-vengono-dal-brasile/?ref=HROBA-1)

La crescita della Germania svetta nel grafico pubblicato oggi dall’Ocse, e nei giorni precedenti sulle pagine economiche il principale tema di dibattito è stato il ’sorpasso’ della Cina sul Giappone. Si parla poco però di un Paese non Ocse, e che però, come ha rilevato qualche giorno fa BusinessWeek in un articolo dal titolo “A New York Prada parla portoghese”, ha messo a segno negli ultimi mesi una crescita straordinaria. Tanto che, si legge nell’articolo, “in un Paese di oltre 193 milioni di persone, il numero di milionari nel 2009 è aumentato del 19%, raggiungendo il numero di 126.882, come attestato dal Boston Consulting Group”. Se ne sono accorti a New York, osserva il giornale, dove i nuovi milionari brasiliani fanno acquisti di tutto rispetto, al punto chei commessi stanno imparando rapidamente il portoghese.

In effetti la stessa Ocse, nonostante il Brasile non faccia parte dell’organizzazione, ha recentemente pubblicato un rapporto dal quale emerge che “l’economia brasiliana si sta espandendo con un ritmo vivace dalla metà del 2009, per via dell’espansione della domanda interna sostenuta da una massiccia politica di stimoli”. Una politica che l’Ocse suggerisce di moderare (peraltro il governo, rileva la stessa organizzazione, ha prudentemente annunciato un taglio della spesa pubblica per il 2010). Ma intanto il Pil crescerà del 6,5% nel 2010 e del 5% nel 2011, secondo le previsioni dell’organizzazione.

Anche il Fondo Monetario Internazionale il 5 agosto ha diffuso un rapporto che elogia la politica economica brasiliana, e fa previsioni molto rosee sulle prospettive del Paese. “Il Brasile ha recuperato sulla crisi globale prima e più velocemente delle altre categorie, e ha già registrato un anno intero di forte crescita”. L’FMI fa una stima ancora più ottimistica della crescita brasiliana per quest’anno, +7,1%. La domanda interna dovrebbe crescere, secondo il Fondo, del 9,1%. Che sia il momento anche per i commessi italiani, dopo quelli di New York, di imparare il portoghese?

Nenhum comentário: